Storia - "La storia dell'ASD Femminile Juventus Torino 1978"

FEMMINILE JUVENTUS TORINO
giocatrice
Menu
Vai ai contenuti

Storia

IL CLUB
LA STORIA DELL'UNICA SOCIETA' FEMMINILE IN PIEMONTE E VALLE D'AOSTA


NATA NEL 1978

L'attuale società nacque a Nichelino nel 1978 come Vernici Martino, assumendo due anni dopo la denominazione di Juventus Martino, per poi divenire nel 1981 Juve Piemonte. In questi anni, durante i quali cambiò spesso nome per abbinamento, dalla Serie C cominciò a risalire la china fino ad arrivare in Serie A nell'annata 1985. Nella stagione 1990-1991 giunse seconda nel campionato di Serie B: conquistò la promozione in Serie A il 5 maggio 1991, allo stadio Flaminio di Roma, dopo aver vinto lo spareggio contro l'Acireale. Tornata in massima categoria nell'annata 1991-1992, stavolta come FCF Juventus, retrocedette due stagioni più tardi.


Tra gli anni 1990 e gli anni 2000 tornò frequentemente a mutare denominazione, principalmente a seguito di fusioni con altri club minori dell'hinterland torinese quali la Libertas Beinasco e la CaprieVillarAlmese, società con sede a Villar Dora.
Nel 2002 prese la denominazione di Juventus 1978, assumendo infine dal 2006 l'attuale nome. Nel 2009 affrontò una nuova fusione, stavolta con il Real Canavese, club di San Giusto Canavese.

Ha disputato il campionato di Serie A2 dalla stagione 2009-2010 alla stagione 2011-2012, quando retrocedette in Serie C dopo aver perso i play-out contro l'Atletico Oristano.
Vincendo il successivo campionato di Serie C, guadagnò la promozione al campionato di Serie B 2013-2014.

Al termine della stagione 2013-2014, presentò istanza tesa a ottenere il riconoscimento del caso di forza maggiore per rinuncia alla Serie B: la Federazione comunicò la sua non ammissione al campionato nazionale cadetto, autorizzandola alla partecipazione al campionato regionale di Serie C.


Al termine della stagione 2015-2016, vinse il campionato di Serie C e batté in finale di Coppa Piemonte il Romagnano, portando in bacheca due trofei prima della promozione in Serie B. La successiva permanenza tra i cadetti è durata due stagioni e si è conclusa nel 2017 con la retrocessione in Serie C; disputa quindi i tre successivi campionati nella terza divisione.

All'inizio della stagione 2020-2021 la società ha rinunciato a iscriversi alla Serie C, scegliendo di partecipare al campionato regionale di Eccellenza, il quale, tuttavia, è stato definitivamente sospeso dopo appena quattro giornate a causa della pandemia di COVID-19, portando al blocco delle promozioni e delle retrocessioni.
Rita Guarino

Da bambina si divide tra il calcio e il pattinaggio artistico a rotelle, finché con l'adolescenza la passione per il pallone prende il sopravvento; il padre, all'epoca dirigente, l'accompagna quindi per la prima volta nell'allora Juve Piemonte, poi nota come Juventus Bastino e infine FCF Juventus.
Dopo il fugace debutto in prima squadra nella stagione 1985-1986, e una breve parentesi ai concittadini del Torino nell'annata seguente, dal 1987 torna in pianta stabile in bianconero dove emerge tra le protagoniste della formazione che, dalla Serie C, raggiunge la promozione in Serie A nel 1991:
Guarino si mette perentoriamente in luce con il campionato di terza serie del 1988-1989 in cui, neanche ventenne, arriva a totalizzare ben 40 reti.
CONTATTI
Indirizzo: Via A. Faccioli, 72/aA– 10135 Torino
Telefono: 011 39.70.098
E-mail: info@femminieljuventustorino.com
Posta certificata: info.juventus@pec.it
Partita Iva: 08029820019

Copyright © 2023 FemminileJuventusTorino.com. Tutti i diritti riservati. Non duplicare o ridistribuire in nessuna forma.
Torna ai contenuti